• SCARICA l'APP ALBUM, E' GRATIS!

  • APP-ALBUM: INFO TECNICHE

  • SPECIFICHE 3D AUDIO

  • GLI OSPITI

Android

COMUNICATO STAMPA DA OGGI È DISPONIBILE PER TUTTI I DISPOSITIVI “ELETTRO ACQUA 3D” IL PRIMO CONCEPT ALBUM IN 3D AUDIO E IL PRIMO APP-ALBUM ITALIANO il download da  App Store e Google Play è gratuito   Da oggi, giovedì 4 ottobre, è disponibile il download gratuito su App Store (iOS – Apple) e Google Play (Android) di “ELETTRO ACQUA 3D”, l’innovativo progetto artistico ideato e prodotto dal cantautore Marco Di Noia e dal compositore di musica elettronica Stefano Cucchi. Realizzato in collaborazione con il fonico ed esperto di sintetizzatori analogici Andrea Messieri, “ELETTRO ACQUA 3D” è il primo concept album realizzato con la tecnologia delCONTINUA A LEGGERE

Con tre sessioni di mastering insieme al mitico Alberto Cutolo, presso i Massive Arts Studio di Milano, si sono conclusi i lavori al nuovo album. Una cavalcata di tre anni, fatta di diverse centinaia di ore di lavoro effettivo, che diventano ancora di più se si contano le fasi di ideazione, studio e ricerca. Sette studi musicali utilizzati tra registrazioni, mix, check e mastering. Nove ospiti, di cui tre stranieri di fama internazionale. Una gear-list ampia e ricercata. Circa un’ora e un quarto di musica, racconti, sperimentazione e ricerca sonora. Un progetto innovativo, che artisticamente ci appaga e ci inorgoglisce. Personalmente, sono stati anche tre anniCONTINUA A LEGGERE

Il nuovo album, a cui ormai sto lavorando da oltre due anni con Stefano Cucchi e Andrea Messieri, ospiterà alcuni featuring, tra cui due con ospiti di fama internazionale! I loro nomi e gli strumenti suonati ve li sveleremo quando uscirà l’album (più che altro per ragioni pubblicitarie). Tuttavia possiamo dirvi che sono entrambi stranieri e hanno alle spalle consolidate carriere di livello mondiale. Uno è francese e annovera collaborazioni con artisti del calibro di Radiohead, Daft Punk, Gorillaz ecc., l’altro è tedesco ed perpetuamente in giro per il mondo in tour. Ma soprattutto, entrambi ci hanno già inviato le registrazioni! 🙂 Tra poche ore inizieremo a mixare in studioCONTINUA A LEGGERE

Ormai da quasi due anni sono alle prese con la produzione di un album inedito insieme al maestro Stefano Cucchi. E date le tempistiche, più che di un disco sembra che si stia parlando della gestazione di un’elefantessa. Anzi, peggio, dato che verosimilmente supereremo persino l’ammontare dei mesi che mamma elefante deve attendere per dare alla luce il suo Dumbo… 😉 In questo biennio amici e conoscenti mi hanno spesso chiesto in modo progressivo “fai un nuovo album?”, poi “come vanno i lavori all’album?”, quindi “quando uscirà l’album?” e infine “ma uscirà mai quest’album?” :-O Vi delucido. Il lavoro è partito per essere la continuazioneCONTINUA A LEGGERE

Non sono scomparso. E’ ormai più di un anno e mezzo che lavoro con Stefano Cucchi a un appassionante ed originale album, a cui stiamo dedicando decine e decine di ore di lavoro, anche insieme al nostro bravissimo fonico Andrea Messieri. Il progetto consterà probabilmente di 10 o 11 brani, più alcune sorprese. Le voci principali sono state registrate, ora passeremo ai rifacimenti, controcanti, rafforzamenti e altre operazioni, ivi compresi mix e mastering. Siamo a buon punto, ma la meta dista ancora un po’. Non stiamo lasciando nulla al caso, curando ogni dettaglio. Al momento il percorso è stato molto gratificante dal punto di vistaCONTINUA A LEGGERE

«I costi ormai sono insostenibili, ci arrendiamo». Con queste parole Sergio Israel ha annunciato la chiusura di Scimmie, da 34 anni, punto di riferimento musicale del Naviglio Pavese, nonché fucina di talenti. Un infarto nella nebbia: non quella atmosferica e cara ai lumbard, ma quella cinica, istituzionale, senza patria o Pianura. Ho conosciuto Sergio e la sua consorte Monica nel 2012, in occasione della presentazione del mio cd d’esordio. Scimmie è stato il primo locale a cui mi sono rivolto, perché, da buon milanese, volevo essere “battezzato” in un posto che per me avesse un valore storico. Chiesi di potermi esibire sul barcone, nel mezzoCONTINUA A LEGGERE